• per la tua pubblicità su questa pagina: 3291948173

AL CHIARORE DI MÁNI

Condividi sui social

Baciò la luna l’argenteo elmo
e tu, oh Valoroso,
come Tristano al palazzo di Artù,
al chiarore di Máni
irrompesti in un cuore affranto.
S’ alzó soave un canto
che col giungere di Sól svanì.
Nella selva ella attese
d’udire i suoi ferrosi passi
che di scintillio Dana vestì.

ANTONIA DEPALMA

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *