• per la tua pubblicità su questa pagina: 3291948173

LANCILLOTTO E GINEVRA

Condividi sui social

Di un grande amore si raccontò
che a Camelot si consumò:
Rapito fu il cuore di Lancelot
alla corte del valoroso Artù.
Egli posò i suoi occhi sulla fanciulla fatata,
al britannico condottiero in sposa donata.
Tra le stanze della fortezza s’avventurò,
al chiaror della luna fedeltà le giurò.
Ardue furono le conseguenze che nell’amore affrontarono,
quando della illegittima unione al re rivelarono.
Tra i sibilìi delle spade il signor della guerrà spirò,
un ultimo bacio sulla tomba i cuori degli amanti sigillò.
Lo sguardo di Ginevra, Lancillotto mai più incontrò.
Un antico pennino narrò,
la storia di un infinito amore che in terra di Avalon germogliò

ANTONIA DEPALMA

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *