• per la tua pubblicità su questa pagina: 3291948173

La leggenda della miracolosa Chiave di San Donato

Condividi sui social

 – Nel Salento, come del resto in tutta la Puglia, sono molte le leggende a carattere folkloristico-religioso.

Questi miti, che a volte creano un bizzarro connubio tra sacro e profano, vengono tramandati oralmente e spesso neppure considerati come realmente suscettibili di interesse da parte degli organi religiosi. Oggi vi parlerò di una credenza popolare un tempo molto diffusa, quasi estinta negli ultimi anni, così come declassato è l’intero mondo folkloristico italiano, sempre più additato dai grandi accademici che forse hanno dimenticato che la tradizione folkloristica è alla base dell’odierna società.

Durante la festa di San Donato, festeggiata soprattutto nell’omonimo comune in provincia di Lecce, che ha eletto il sant’uomo a Patrono cittadino, era usanza vendere la famosa “Chiave miracolosa di San Donato”. Una piccola chiave con l’effige del Santo che, secondo leggenda, “aprirebbe il cervello liberandolo dal male”. Per male era inteso l’epilessia, una grave malattia che per molti secoli fu ritenuta opera di spiriti demoniaci, quindi curabile solo grazie al miracolo ottenuto per l’intercessione di San Donato.

Crederci o meno non sta a noi consigliarlo, guai a mancare di rispetto ad una qualsiasi usanza popolare. Resta il fatto che la pratica, come altre simili, trova diffusione solo in seguito all’osservazione della guarigione dell’ammalato, ritenuta miracolosa dal contesto sacro della ricorrenza.

Una leggenda che, ancora una volta, risalta il legame tra il popolo salentino e la religione cristiana.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *