• CONSIGLIATI DA “PUGLIA FOLKLORE”

Quel qualcosa – poesia

Condividi sui social

Non ho voglia di parlare, di sprecare le parole
ugualmente correranno le lancette delle ore.
Non ho voglia di ascoltare frasi inutili, scontate,
le mie orecchie sono chiuse, a parole congelate.

Non ho voglia di giocare, né di essere giocato,
né regina, né pedone, la scacchiera ho abbandonato.
Non ho voglia di far parte di un romanzo sdolcinato,
in cui affetto e sentimento, si contrattano al mercato.

Non ho voglia di silenzi privi di significato,
quelli vuoti, in cui si è svegli col cervello addormentato.
Non ho voglia di sorrisi a denti stretti, forzature,
su dei visi tanto duri che somigliano a sculture.

Non ho voglia di esser vittima e neppure tristo boia,
non desidero attenzioni e nemmeno falsa gloria.
Ciò che cerco è merce rara, forse ormai pura utopia,
è pesante più dell’oro, ma nel vento vola via.

(Mario Contino)

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *