• CONSIGLIATI DA “PUGLIA FOLKLORE”

occhi al vento

Ho chiuso gli occhi al mondo, e con il viso al vento,
ho chiesto a Eolo, il dono di volar per un momento.
Sono stato sollevato sulle nubi, sopra i mari tempestosi,
sopra gli alberi, i tetti, i ponti, tra gli zefiri giocosi.

Nel silenzio ho udito canti, cori, forse pianti di tormento
ma silente, ho proseguito il mio viaggio lì nel vento.
Ho sorvolato luoghi amati, un tempo molto famigliari,
provando gran tristezza, lacrime e bocconi amari.

Ma Eolo, dio del vento, ha compreso il mio pensiero
mi ha condotto lì, nel luogo che ho apprezzato per davvero.
Credevo di trovare ancora pace, ancora armonia,
ma non ho visto luce, solo ombra e ipocrisia.

E quando quell’immagine ha raggiunto il mio pensiero…
Ho aperto gli occhi al vento, rifugiandomi dov’ero.

Mario Contino

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *