• CONSIGLIATI DA “PUGLIA FOLKLORE”

Voce Fanciulla – Poesia

Condividi sui social

 
Voce fanciulla che giungi inattesa,
mi dici che in me non esiste la resa.
Mi mostri immagini, luoghi scordati,
pieni di volti con sguardi ghiacciati.
 
Mi narri storie che toccano il cuore,
al contrario, veloci, corrono le ore.
Riporti alla luce passate ambizioni,
mi inciti a credere in sogni e illusioni.
 
Voce fanciulla, di me stesso bambino,
qualcuno che adesso io sento vicino.
Di chi per strada calciava un pallone,
giocando al sole o sotto un lampione.
 
Voce fanciulla che poi sei fuggita,
scappata da un mondo di gente impazzita.
Ferita da volti, da occhi allarmati,
da visi che furono, forse, anche amati.
 
Voce fanciulla, di chi non ha scelta,
di chi alla menzogna non riesce a dar retta.
Mi mostri quel monte, il bosco, la vetta…
Quando la vita sembrava perfetta.
 
Mario Contino
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *