• CONSIGLIATI DA “PUGLIA FOLKLORE”

PAESELLO NATÌO

Oh paesello natìo,
tu che parevi la tela del pennello più lustre,
quando all’arrossir del cielo,
i lampioni s’accendevan per meravigliar le strade.
Di dicembre eri il presepio più bello
e l’antico profumo delle tue pietre,
raccontavan come la penna d’un vecchio scrittore.
Oh paesello natìo,
la natura ostile t’è stata,
lasciando indelebili nelle menti
i tuoi biancheggi d’inverno
e quei nobili atri,
vestigia dei secoli passati.

Antonia Depalma

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *