• CONSIGLIATI DA “PUGLIA FOLKLORE”

Fantasmi e mummie nel Cimitero di Bitonto

Condividi sui social

di Mario Contino – Quando mi chiedono quale sia la leggenda che reputo più interessante, qui in Puglia, non posso non citare quella legata al Cimitero di Bitonto, della quale mi sono occupato personalmente con l’allora Associazione Italiana Ricercatori Del Mistero, da me presieduta.

I ricercatori, autorizzati all’indagine notturna dai responsabili del sito, hanno indagato per far luce su “voci popolari” ormai divenute vere e proprie leggende che citerebbero ombre notturne avvistate più volte nel sacro luogo, probabilmente da passanti che transitando dall’adiacente strada hanno gettato uno sguardo curioso attraverso l’ampio cancello.
Il Cimitero è tra i più antichi d’Italia e già una precedente indagine aveva portato alla luce cadaveri mummificatisi in maniera naturale nelle cripte-ossario del Campo santo ed un teschio con una moneta in bocca, reminiscenza di antichi culti di origine greco-romana divenuti poi tradizione popolare in molte zone d’Italia.
Trattasi del famoso obolo che lo spirito del defunto avrebbe dovuto consegnare a Caronte, traghettatore avente il compito di accompagnare le anime attraverso il fiume degli Inferi, l’Acheronte.

Ombra agli UV

L’indagine si è svolta grazie all’ausilio di tecnologia atta ad ampliare la percezione umana, limitata nei 5 sensi, e strumenti utili a monitorare l’ambiente per segnalare variazioni anomale, ergo sono state messe in campo:
· Videocamere IR di videosorveglianza;
· Fotocamere e videocamere in grado di percepire la radiazione luminosa dell’Infrarosso e dell’Ultravioletto;
· Geofoni;
· Rilevatori di campi elettromagnetici;
· Termoigrografi per il rilevamento professionale di umidità e temperatura nell’arco temporale nel quale si è svolta l’indagine;
· Termocamere;
· Luxometri;
· Convertitori di ultrasuono in suono udibile;
· Registratori in grado di captare Infrasuoni ed Ultrasuoni ed una serie di altri strumenti utili allo studio.
Nel corso del sopralluogo, sempre accompagnati dal responsabile del sito, sono stati raccolti molti dati interessanti che saranno poi illustrati in maniera più esaustiva nel video che, come consuetudine, l’Associazione divulgherà attraverso i suoi canali ufficiali.
Ci permettiamo, in questo primo articolo dedicato all’indagine, di segnalarvi un’ombra anomala apparsa in una fotografia alle spalle dei ricercatori, un ombra dalle sembianze apparentemente simili a quelle di un uomo, o meglio sarebbe dire di forma umanoide.

Ovviamente solo approfondite analisi saranno in grado di svelare l’arcano. Ombra anomala riconducibile ad un qualche fenomeno “paranormale” o semplice Pareidolia?

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *